Narrare i borghi

La narrazione itinerante è il risultato finale di interviste a cittadini che hanno conservato e messo a disposizione della collettività frammenti di storie personali che si intrecciano con la Storia e l’evoluzione del paese. Format sperimentato su molti comuni della Valle che ha innovato la tecnica della narrazione teatrale in quanto le micro drammaturgie, inserite in contesti storici locali, dilatano la loro specificità per diventare archivio più universale della memoria …

Una sperimentazione volta ad una nuova forma di evento culturale elaborato collettivamente, attraverso le figure di esperti unite alle energie del territorio. Una forma unica che cambia a seconda del luogo che la ospita. Una forma nuova che permette al teatro di non essere luogo separato dal quotidiano, ma di accrescerlo

I documenti raccontano

I segni formano una lingua,

ma non quella che credi di conoscere”.

I. Calvino, “Le città invisibili”

 

La drammaturgia dello spettacolo raccoglie e rielabora quattro fascicoli di carteggi storici rinvenuti e documentati dalla coop. ARCA nel progetto promosso dalla Regione Lombardia “I documenti raccontano” e condotto in Valle Trompia e nel Sebino Bresciano: “Marone e l’alluvione del 9 luglio del 1953”; “Italia ’42”; “A casa non ci sto”; “Per un pugno di sale”.

 

Sono vicende umane che si intrecciano con momenti storici molto diversi tra loro. Uno scavare a ritroso nel tempo, per portare alla luce quell’umanità filtrata dal documento, per porre in primo piano le storie rispetto alla Storia scritta da burocrati o funzionari pubblici nei loro dispacci.